AMP (Actualité Media Presse) Principauté de Monaco, TVA FR 30000070622

Laureus Awards: per San Valentino, a Monaco, una grande serata all'insegna dei valori dello sport

laureus.jpg

Se la prima conferenza stampa del prestigioso Laureus, una sorta di Oscar per gli atleti, voleva lasciare il segno a Monaco, dove nel 2000 è nata questa manifestazione, beh, con i vincitori, tra le tante categorie, del Laureus Sport for Good Award for Sporting Inspiration, l'obiettivo è raggiunto fin dai subito...

Quando lo scorso 5 agosto, i dieci atleti del Team olimpico dei rifugiati hanno sfilato per la prima volta durante la cerimonia di apertura organizzato nello stadio Maracanã, ai Giochi di Rio 2016, fu una sorpresa per tutti. Fino ad allora non era mai accaduto che, sotto un unico vessillo, quello delle Olimpiadi appunto, delle donne e degli uomini uniti nello sport, riuscissero in una impresa simile. La loro presenza, a giusto titolo, ha segnato la storia olimpica, portando un messaggio di speranza al di là dei confini di paesi distrutti dalla guerra, emarginati e lontani dalla civiltà che osserva, spesso inerme, infiniti drammi che si consumano ogni giorno su questa terra. La loro tenacia, passione, unita al talento sono stato senza dubbio fonte di ispirazione per tutti, non solo per quelle stesse popolazioni rappresentate ma per chi ha cercato di promuovere e difendere i valori dello sport a cui viene riconosciuto il "potere di cambiare il mondo", come disse Mandela proprio a Monaco, invitato d'onore nel corso della prima edizione dei Laureus. Per tutte queste ragioni, ieri pomeriggio, prima dell'arrivo in sala stampa di Nico Rosberg, campione di F1 2016 ed ora felicemente marito e padre, alcuni degli atleti del  team olimpico dei rifugiati capitanati da Tegla Loroupe - qui in veste anche di capo missione e  membro della Laureus Academy, ndr - hanno portato la loro testimonianza di fronte ai giornalisti che hanno ascoltato la loro storia. L' energia, contagiosa, della stessa Tegla, ha contribuito inoltre a mettere in valore il lavoro svolto anche dagli altri sportivi non presenti - provenivano da Siria, Congo, Etiopia e Sud Sudan, ndr. Per tutti loro, con Rio 2016 un sogno si è realizzato ed una speranza li sta animando: quella di ritornare a competere tra i grandi, a Tokio, con le Olimpiadi del 2020. A dirlo chiaramente anche Yiech Pur Biel, l'ottocentometrista del Sud Sudan e il nuotatore siriano Rami Anis presenti a Monaco. A loro, stasera, sarà assegnato un grande riconoscimento, visto che saranno, insieme agli altri atleti del tean dei rifugiati, insigniti del Laureus Sport for Good Award Sporting Inspiration, per essere stati stati, soprattutto per i loro connazionali, una fonte d'ispirazione  che ha dato senso ai tanti sacrifici fatti. Tutto questo, ricordiamolo, mentre le guerre continuano nonostante tutto...

 

Twitter News

AMP Monaco 🇲🇨 sundaydetails Hi folks!🌼 Do you know that the new issue of qemagazine is on line for free? 🌹 We open our pages wi… https://t.co/Nc3yq7leop
Domenica, 15 Settembre 2019 07:01
AMP Monaco 🇲🇨 sundaydetails Hi folks!🌼 Do you know that the new issue of qemagazine is on line for free? 🌹 We open our pages wi… https://t.co/vZO8IEykW4
Domenica, 15 Settembre 2019 06:58
AMP Monaco 🇲🇨 sundaydetails Hi folks!🌼 Do you know that the new issue of qemagazine is on line for free? 🌹 We open our pages wi… https://t.co/BYMX59khVG
Domenica, 15 Settembre 2019 06:55
AMP Monaco 🇲🇨 Esemplare iniziativa, soprattutto quando l'unione fa la forza... pallaMano monaco france italia https://t.co/n6k3F9dO4L
Mercoledì, 11 Settembre 2019 13:19
AMP Monaco 🇲🇨 sundaydetails This is the last September for tourists to swim at Larvotto Beach because there will be a global tra… https://t.co/1gwNg21N3Q
Domenica, 08 Settembre 2019 13:02

Media Partner

Affiliation

Media Partner

Media Partner

Media Partner

 

Programme manifestations

Voici le communiqué du programme des manifestations à Monaco du mois de SEPTEMBRE 2019

Accès Professionnel

fishowweb1.jpg

FISHOW, la candid camera del Principato di Monaco