Patty Pravo ritorna on stage, due parole con Massimo Lucidi

patti pravo.jpg

"Non so quanta creativita' si perda nel far prevalere le tecnologie al rapporto umano, allo stare insieme, al costruire tra artisti diversi, musicisti e cantanti quelle armonie e quegli arrangiamenti che hanno reso possibile melodie ma anche un proficuo lavoro di gruppo" lo dichiara Patty Pravo al giornalista Massimo Lucidi qui a Monaco invitato al Mics, il salone internazionale dell'industria della notte, organizzato al Grimaldi Forum fino a domani


La Pravo che domenica sara' impegnata per un concerto a Brescia ha voluto sottolineare il senso del lavoro di squadra, rispetto allo stile "solitario" reso possibile "da chi magari proprio grazie alle tecnologie moderne puo'lavorare con un pianoforte da casa e magari aggiungere un basso a Bari e una batteria a Genova".
"Oggi -spiega Patty Pravo- ci vogliono maggiori capacita' tecniche sebbene ci sia ancora gente che non ha perso il gusto di lavorare in cantina. Di certo i tanti giovani e giovanissimi che la seguono esprimono una profonda curiosita' verso il personaggio che non manca mai di ricambiare con altrettanta curiosita'il gusto della conoscenza delle nuove generazioni".